.

Potete tagliare tutti i fiori, ma non potete impedire alla primavera di ritornare (Mao tse-tung)

lunedì, gennaio 22, 2007

Il battesimo

Il prete parlava,
gli invitati guardavano seri,
c'era chi ripetava a pappagallo,
c'era chi ci credeva
io mi chiedevo :
"battesimo o prima violazione dei diritti dell'uomo?"
sono consapevole che ci sia di molto peggio...
Edoardo, avrei voluto tu potessi scegliere!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Almeno un nome un po' decente......

meija ha detto...

Routine!...I miei bimbi sceglieranno, per certo.

anita ha detto...

viva gli sbattezzati e i battezzati che non battezzanooooo!!!!

giovanni mari ha detto...

Rivisitando a ritroso il tuo blog, ho ritrovato questo post, al quale volevo da molto fare un piccolo commento.
Quando dici "Edoardo,avrei voluto tu potessi scegliere!"
Il battesimo è una scelta che i credenti fanno in vece del loro figlio, è un dono che fanno alla nuova creatura,un dono che come tutti i doni vengono fatti a qualcuno, che se è in grado può decidere di utilizzare o no.E' un dono che non segna in modo permanente e fisico la persona, non è un tattuaggio fatto sul braccio, che ti rimane e ti "segna" per sempre....
Edoardo, crescendo avrà la possibilità di scegliere la sua vita, come tu, hai fatto scelte e preso strade che non credo siano state condizionate dal battesimo che hai ricevuto.... in libertà hai scelto, in libertà ha deciso di utilizzare o non utilizzare il dono che i tuoi genitori ti avevano fatto. Non credo che si possa parlare di violazione dei diritti di un uomo...nulla condiziona la vita di una persona se non la persona stessa. La sua forza di volontà, il suo carattere, l'ambiente che decide di frequentare le scelte che farà saranno i veri condizionamenti che potranno avere influenze sulla sua vita. La libertà di scegliere non viene negata dal battesimo.Per me e per chi crede, invece può essere una luce limpida che potrà guidare i suoi passi nel mondo, se vorrà, liberamente scegliere come vivere.