.

Potete tagliare tutti i fiori, ma non potete impedire alla primavera di ritornare (Mao tse-tung)

venerdì, aprile 13, 2007

Bush vs Castro - punti di vista

Bush tornato dal viaggio "intimidatorio" in Sud e Centro America ha portato a casa un importante accordo con Lula per l'utilizzo e l'aumento della produzione di biocarburanti, al fine di ridurre del 20% entro il 2017 il consumo di petrolio. Il presidentone ha riunito una serie di produttori di auto, presentando i nuovi programmi e imponendo nuove soluzioni per ridurre i consumi e utilizzare le nuove fonti.
Il biodisel viene prodotto in Brasile (e in altre zone tra cui Cuba) dalla fermentazione di zuccheri o amidi, oli vegetali e la cellulosa e i suoi numerosi derivati. sostanze generalmente estratte da piante come canna da zucchero, palme, mais e grano, mamona...
Castro dal'ospedale, si sveglia e protesta con un lungo discorso publicato sulla Granma, in cui mette in dubbio che una tale produzione di biocarburanti (o agrocarburanti), possa essere soddisfatta dalla sola fermentazione di sostanze di scarto quali erba, segatura e resti della lavoarazione di mais, canna e alre essenze. Questo perchè, l'obiettivo di Bush di produrre 132 miliardi di litri di bioetanolo implica la produzione di 320 milioni di tonnellate di mais (si ricavano 413 litri di biocarburante da una tonnellata di mais quindi 132 miliardi litri / 413 = 319 milioni di tonnellate di mais) mentre il raccolto annuale di mais statunitense è stimato intorno a 280 milioni di tonnellate. Insomma Fidel ha paura dei risvolti dell faccenda. Teme che il biocarbrante venga prodotto dal mais "buono" sottraendolo così all'alimentazione e provocando un aumento dei prezzi del mais alimentare, teme che come sempre si vada a incrementare la produzione usando le terre dei poveri (centro america e terzo mondo) incrementando così il disboscamento, effetto serra, cambiamento climatico ecc (sapete il resto) Questo è quanto !
Rimane il fatto che ad oggi la trasformazione di piante quali il mais, la soia o il girasole in carburante richiede molta più energia di quella generata dall’etanolo o dal biodiesel risultante. (Lo sostiene uno studio di ricercatori della Cornell University e dell’Università della California di Berkeley pubblicato sulla rivista "Natural Resources Research")
Io credo che tutti i problemi possano essere risolti dall'utilizzio dei rifiuti. Si sono un sostenitore dei rifiuti!!

Sfruttando la fermentazione di sostanze di scarto ricche in zuccheri (Cuba usa i resti della Canna da zucchero, noi ad esempio potremo usare le barbabietole) l'energia della produzione di tali essenze sarebbe ripagata abbondantemente.

1 commento:

meija ha detto...

Bravissimo! Anch'io sono a pro rifiuti. La questione rimane comunque controversa, non voglio pensare che il discorso di Fidel possa essere legato alla difesa delle risorse di gas e petrolio dei paesi sudamericani "amici" di Cuba. Se non è il mais dovrà essere qualcos'altro a fare da carburante, bisogna ingegnarsi e soprattutto cambiare politica. ma a volte vedo tutto nero...