.

Potete tagliare tutti i fiori, ma non potete impedire alla primavera di ritornare (Mao tse-tung)

mercoledì, luglio 11, 2007

Appunti riesumati e ricordi

Nella moleskina che avevo in montagna
ho trovato vecchi appunti,
scritti durnate un viaggio in Irlanda (IL viaggio)

27-09-04 Autobus per Dublino
Una fotografia è come un orologio che ha smesso di funzionare da tempo

quando la si guard
a si vede un istante congelato, passato...

30-09-04 Autobus per Killerny

Non basta la vista per godere del tramonto e la lussuria dei suoi colori
Immagino la morte come il momento in cui i miei cinque sensi
possano godere dell'istante in cui il sole si nasconde dietro la terra
accompagnato dalle nubi...

A volte succedono cose impreviste,
i ricordi prendono nuova forma
escono dal non luogo della mente e diventano chiari
diventano parole...
E una situazione sospesa smette di esserlo all'improvviso
Come Lisa aveva l'ispirazione per richiamare lui dopo 4 anni,
capita che si è anticipati.
Allora ricordo..
..il modo con cui piegava il mio "internazionale",
stretto in un pugno fino a rendere visibile una sola colonna.
..Occhiali stretti e colorati e tanta calma
..Le carezze che faceva agli alberi
per salutarli
le sue piccole mani da lavoratrice sfioravano la corteccia,
un rapido scambio di energie e si rigirava
..La continua scoperta della semplicità e della nauturalità
Ricordo di aver viaggiato non solo nello spazio e nel tempo
sono approdato ad uno stato mentale superiore
accompagnato da lei come sospinto da un soffio di vento.

6 commenti:

Lisa ha detto...

il particolare delle mani che accarezzano la corteccia è bellissimo... il sospeso si fa reale, come il vapore che diventa liquido distillato

La Zingara Irrequieta ha detto...

è sempre una bella cosa fermare sulla carta i pensieri che affollano il ns cervello, per tenere memoria non solo dei viaggi (per me da considerarsi come esperienze uniche), ma anche per ricordare parti di noi che sono così spesso in mutazione… i ricordi ci scaldano il cuore ci fanno fare tesoro delle ns esperienze, se siamo abbastanza intelligenti per farlo!

anarcoecologo ha detto...

@lisa - bello eh io mi fermavo sempre ammirato a vedere la scena. e già il sospeso si fa reale
@zingara - non sono mai stato un amante degli appunti di viaggio (in irlanda infatti ho scritto solo quello) ma mi piace poi tanto riscoprirli e sono così necessari quando non hai nessuno con cui condividerli. Forse poi aiutano la memoria e a fare tesoro delle esperienze

REALISTA SOGNATRICE ha detto...

"Non basta la vista per godere del tramonto e la lussuria dei suoi colori"... caspita, mi ha fatto tornare alla mente una poesia di Alberto Caeiro(Fernando Pessoa)che ho scoperto in un viaggio a Lisbona e che dice più o meno la stessa cosa:
"Não basta abrir a janela
Para ver os campos e o rio
Não é bastante não ser cego
Para ver as árvores e as flores."
Semplicemente fantastica.
(dopo vedo se recupero la foto...)

anarcoecologo ha detto...

già sembra che certe situazioni si debbano vivere più completamente
gli occhi sono a volte riduttivi, come la vista del mare e la sensazione dell'acqua intorno al corpo... vedere non è uguale
comunque sono onorato per averti fatto ricordare Pessoa

meija ha detto...

Ironia della sorte: sembra il golfo e un tramonto di Pijescana Uvala...