.

Potete tagliare tutti i fiori, ma non potete impedire alla primavera di ritornare (Mao tse-tung)

venerdì, luglio 18, 2008

Il suo CIAO bianco e bordò

Quell'estate avevano tutti il motorino,
Il passatempo preferito era quello di girare senza meta,
in banda,
per ore.
Quel giorno di quell'estate
avevo chiesto in prestito il motorino a mio cugino
un CIAO Piaggio, bianco e bordò
ero un signore anche io,
potevo girare tranquillamente
senza dovermi appendere ad una spalla
della buonanima che si prestava a trainarmi
Andavamo..
Centauri dei 50 km all'ora
con il casco largo sulle facce sbarbate
visitavamo la periferia
la campagna,
le case abbandonate,
fingendo,
giocando d'istinto,
come animali selvatici nella scoperta del loro habitat
sfidando noi stessi nella ricerca di posti pericolosi
e avventure
Liberi 15enni senza pensieri
rincoglioniti nella nostra facile adolescenza urbana
Era bello scoprire,
ancora tante sensazioni nuove ci aspettavano
ancora tante emozioni dovevano invadere i nostri corpi squilibrati
in attesa di affermazione
agili e veloci
sgravati delle responsabilità e progetti di vita
Ora i motorini sono auto per alcuni,
per altri bici,
per qualcuno c'è il mutuo da pagare
altri si sposano,
pensano ai figli
per tutti il lavoro da sopportare
da cercare continuamente,
contratti dai mille nomi
hanno sostituito le conversazioni sulle marmitte
i cilindri e i rapporti,
la gabbia civile ci tiene per i maroni
e noi continiuamo a sorridere per evadere
le mille lire son diventate euro
e il gelato è diventato birra, sigarette
l'evasione è la stessa
e la gabbia continua ad essere dentro di noi

6 commenti:

REALISTA SOGNATRICE ha detto...

ciao! dopo un infinità di tempo (che vergogna, lo so...) passo a lasciarti un saluto. Come procedono le cose? spero tutto ok!
un bacione

anarcoecologo ha detto...

OHOHHHH ciao super RS si è davvero tanto che manchi dagli schermi!!!
le cose vanno senza seguire schemi senza glorie ne onori ma vanno bene tutto sommato .
un bacio anche a te

Lisa ha detto...

ciao bello, ho visto le foto della Corsica, bellissime. Ti mando un abbraccio e sempre così :-*

nina ha detto...

eh si! c'hai proprio ragione, anche per me che la bicicletta é sempre stata bicicletta fino a trasformarsi in aereo e in tutto il post-aereo e post-laurea e post-parto. Mi manchi sai? baci!

anarcoecologo ha detto...

ciao ninina anche tu mi manchi!
sto cazzo di skype mica lo metti su eh? magari c'hai manco il tempo di usarlo! comunque aqui estamos esperando que pases algo nuevo y bonito.. a ver!
un abrazo a ti e tu nenita linda
anarcoec

Anonimo ha detto...

Ma era quella volta che sei volato nel fosso ad Aguscello?
Ac ridar :)))

Cioce